Le unghie sono una delle parti fondamentali del corpo della donna e spesso e volentieri ne lasciano scorgere anche lo stato d’animo. Come è noto unghie ben curate, sane, e lucenti, sono essenziali per la bellezza delle mani (e anche dei piedi ovviamente). Capita spesso, però, che le unghie si presentino in condizioni non perfette: unghie fragili e deboli o, ancora peggio, unghierosicchiate.

Nel primo caso, cioè unghie fragili, siamo in presenza di un serio problema dovuto a più fattori come ad esempio: carenza di minerali o vitamine, trattamenti farmacologici, indebolimento dello stato fisico della persona, nonché, l’esposizione delle unghie ad agenti aggressivi come l’uso eccessivo di acqua, o di detersivi, o saponi che disidratano l’unghia rendendola debole. Uno dei rimedi fondamentali per aiutare unghie malaticce di questo tipo è quello della ricostruzione unghie. Solo grazie alla ricostruzione unghie si riesce a rinforzare l’unghia indebolita, permettendole di crescere e raggiungere la lunghezza desiderata a proprio piacere.
Nel secondo caso, quello delle unghie rosicchiate, siamo in presenza di onicofagia. L’onicofagia è un brutto vizio che consiste nel mordicchiarsi le unghie, un problema serio di cui soffrono, secondo le statistiche, 5 italiani su 100. Un soluzione ottimale per risolvere questo problema è, ancora una volta, la ricostruzione unghie. Molte persone, sia uomini che donne,  che abitualmente mordicchiano le proprie unghie e pellicine affermano che la loro brutta abitudine è favorita dal fatto che l’unghia è deformata; ecco perché l’applicazione di una protesi, grazie ad esempio alla ricostruzione in gel, potrebbe eliminare un fattore principale che da origine al problema.
Oltre a questa tecnica un altro modo più definitivo per risolvere il problema dell’onicofagia è il metodo di ricostruzione unghie in acrilico. Negli ultimi tempi la tecnica di assoluto successo, avanguardista, proposta è quella del metodo americano sculpture  l’unico metodo che risolve di sicuro il problema dell’onicofagia.